Toscana

L’Arte a Firenze è Anche in Cucina


Firenze è conosciuta come la culla del rinascimento per le opere immortali che gli artisti di quell’epoca hanno creato, le opere d’arte non sono le uniche eccellenze per cui questa bellissima città toscana è conosciuta.

Un altro aspetto per cui Firenze è apprezzata nel mondo è quello della cucina tipica che ancora oggi fa parte della cultura e della vita quotidiana della città.

I cibi tipici di Firenze ed in parte anche di altre zone della Toscana sono divenuti famosi in tutto il mondo grazie al grande afflusso di turisti che visitano la città e che possano degustare la cucina tradizionale nei moltissimi ristoranti presenti a Firenze soprattutto nel centro storico che è la zona più frequentata dai turisti in visita della città.

Per rispondere alle molte richieste di eventi e ricevimenti che si svolgono sul territorio negli ultimi anni si sono sviluppati anche servizi di catering Firenze in grado di rispondere alle richieste più varie e capaci di realizzare servizi di ristorazione in luoghi unici come palazzi d’epoca e luoghi monumentali.

Oltre ai ristoranti percorrendo le strade e le piazze Fiorentine si trovano anche i tipici banchi all’aperto dove si possano mangiare i panini con il lampredotto e in alcuni casi anche la trippa alla Fiorentina, piatti molto apprezzati sia dai locali che dagli stranieri in visita.

La cucina tradizionale di Firenze affonda le proprie radici anche nei piatti poveri di un tempo che venivano preparati utilizzando i cibi che avanzavano durante i pasti, così nascano la ribollita, la minestra di pane, la pappa al pomodoro, la panzanella tutti piatti tradizionali che oggi riscuotano un grandissimo successo anche in chi li assaggia per la prima volta.

Il protagonista di questi piatti tipici è sicuramente il pane che in questa zona si distingue dal resto di Italia per la totale mancanza di sale, una caratteristica che potrebbe sembrare una scelta voluta per bilanciare il sapore salato dei cibi toscani ma che in realtà trova una spiegazione  anche in un fatto storico che deriva  dall’antica rivalità con Pisa che quando ancora era una potente repubblica marinara impedì il commercio del sale verso Firenze. In antichità il sale era costoso oltreché preziosissimo per conservare i cibi, per questo fu scelto di limitarne l’utilizzo eliminandolo dal pane, il pane non salato si diffuse da Firenze a tutta la Toscana e resta ancora oggi il pane più utilizzato in questa regione.

Ci sono altri cibi tipicamente toscani che sono molto apprezzati, tra questi spiccano i salumi che in questa zona vantano una grande tradizione e vengano solitamente serviti come antipasto all’inizio di un pranzo insieme ai tipici crostini fatti con pasticcio di fegatini che si accompagnano ottimamente con ogni tipo di salume come: il salame, la finocchiona, la soprassata, il prosciutto.

Un altro piatto toscano molto conosciuto e richiesto è la bistecca alla Fiorentina, si tratta di una parte particolarmente morbida del manzo che viene tagliata in fette molto alte e cotta poco in modo che rimanga il più morbida possibile. Questo piatto di carne di manzo viene solitamente accompagnato da patate fritte e insalata e nonostante sia un piatto costoso è uno dei primi piatti che chi visita Firenze desidera assaggiare.

Parlando del cibo Toscano non è possibile non menzionare i vini Toscani considerati tra i migliori che vengano serviti nei ristoranti più importanti di ogni parte del mondo, i vini Toscani doc provengano in prevalenza dai vitigni di sangiovese una qualità di uva molto diffusa sul territorio che attraverso il metodo tradizionale viene invecchiata in botti di rovere che attribuiscano al vino un tipico sapore fruttato che tanto successo ha riscosso in tutto il mondo.


Leave a Comment