Trattorie in Salento, sapore e gusto a Km zero come tradizione vuole

Andare in vacanza per molti corrisponde a conoscere un territorio anche attraverso la sua tradizione enogastronomica. Da qui i volti felici dei tanti turisti italiani e stranieri, che visitano i nostri splendidi borghi italiani, ammaliati dai profumi nuovi di pietanze gustose e colorate e conquistati da calici di vino dall’inebriante corposità.

trattorie-in-salento

La tradizione enogastronomica italiana è così varia e articolata, grazie ai numerosissimi prodotti d’eccellenza locali, alcuni dei quali neanche molto noti ai più, che nel corso degli anni hanno ad ogni modo ottenuto importanti riconoscimenti o marchi di qualità.

La Puglia, ed il Salento, in particolare attraggono da qualche anno a questa parte grandi numeri in termini di turismo. Fondamentale è stato il potenziamento dei collegamenti da parte dell’ente Aeroporti di Puglia nei due principali scali della regione, ovvero l’Aeroporto di Bari “Karol Wojtyła” e l’”Aeroporto del Salento” a Brindisi-Papola Casale.

I colori della Puglia e del Salento sono stati raccontati e fotografati, diventando l’argomento principale di molti articoli della carta stampata tradizionale e del settore viaggi. Numerosissimi gli articoli che, dal The Guardian, al New York Times, dal National Geographic al Lonely Planet, si sono susseguiti negli ultimi anni.

Ad ogni modo, al di là del potenziamento delle infrastrutture di collegamento e della diffusa rassegna stampa riguardante la Puglia ed il Salento, i turisti in questo territorio hanno conosciuto una nuova concezione di gastronomia.

La cucina mediterranea conquista: i prodotti della terra elaborati in piatti semplici raccontano efficacemente un territorio, quasi quanto le bellezze architettoniche. Nelle numerose trattorie del Salento l’identità viene celebrata attraverso l’uso esclusivo di prodotti locali e di stagione. La manualità è il fil rouge di questo tipo di cucina, nelle tante trattorie sparse per il Salento i ristoratori propongono ai propri ospiti piatti realizzati con ingredienti da loro stessi coltivati: mani che lavorano la terra, mani che impastano, mani che servono con orgoglio e sorrisi i frutti del loro lavoro nei campi.

Ed è così che si viene conquistati dal sapore rustico e pieno di piatti della tradizione, come ciceri e tria, minchiareddi al sugo, cecamariti, sagne torte e così via.

trattoria-salento

La gastronomia tipica salentina ha da sempre utilizzato esclusivamente prodotti locali coltivati nelle vicinanze. In questo caso tradizione è sinonimo di qualità e la qualità paga: ne sono esempio i tanti turisti, che una volta scoperto il Salento, ci ritornano.

25 Maggio 2017 15:46