Il tuo punto di riferimento per fare content marketing sul Turismo e la Cucina Italiana
Per viaggiare, per gustare, ma soprattutto per scoprire!

Tour del Basso Salento: il Tacco meno conosciuto

Il Basso Salento è un turbine di emozioni e suggestioni paesaggistiche. Una dimensione meno esplorata e assolutamente esaltante.

 Affittare una delle tante case vacanze a Torre Vado, Salve, Taurisano e, da lì, partire alla volta di quel Salento meno conosciuto ma altro e tanto meritevole di essere scoperto in tutte le sue fascinazioni.

 Non che nell’area di Leuca non ci siano visitatori, anzi, il Capo del Salento è una zona turistica tanto quanto quelle di Gallipoli o di Otranto; lì, per, si offre un paesaggio differente, alternativo per il modo in cui si fa esperienza dei posti e della tradizione locale.

 La frangia adriatica del profondo Sud

 Sul versante adriatico, superata la marina di Otranto, si apre una catena di spiagge incantevoli che, tra le località di Uggiano, Santa Cesarea Terme e Andrano, deliziano visitatori che hanno scelto di fuggire le aree più propriamente di massa. Presso Marina di Andrano si apre la straordinaria Grotta Verde, da esplorare direttamente immersi nell’acqua, visitando i suoi fondali incredibili. E ancora più a sud, fino alla costa di Tricase, si scivola fino a Santa Maria di Leuca.

 Il Capo di Leuca

 Santa Maria di Leuca è il baluardo ultimo del confine meridionale di Puglia. Sulla costa di Leuca si incontrano in uno spettacolo unico nel suo genere le correnti del Mare Adriatico con quelle dello Ionio; si incontrano senza mescolarsi e disegnano nel mare una verticale che taglia a metà l’orizzonte marino.

 Santa Maria di Leuca è terra di confine, di incontri e di scontri e simbolo dell’ancestrale lotta tra le popolazioni del mondo occidentale e quelle dell’universo bizantino.

 La costa ionica e le sue mete di riferimento

Da Leuca si risale verso nord-ovest, dove sorgono altre spiagge di assoluta bellezza. Siamo presso località turistiche animate da un target molteplice: Torre San Gregorio, Torre Vado, Torre Pali, e su fino a Torre San Giovanni, Torre Suda e Marina di Mancaversa; un semicerchio che sale fino all’insenatura del Golfo di Gallipoli. Chilometri e chilometri di sabbia bianca, come quella delle Maldive del Salento, una delle località più rappresentative dell’immaginario vacanziero salentino. Provare per credere.

    No Comments

    Post A Comment