Ricette

L’uso del caffè in cucina


Certo gli italiani sono un popolo di appassionati del caffè, ognuno di noi sa che la giornata non parte finché non si è bevuto un espresso forte e corposo e la pausa pomeridiana non può essere considerata tale se non accompagnata da un momento di relax totale e un buon caffè magari macchiato, shackerato o corretto.

Ma il caffè non è solo una semplice bevanda, è un alimento ricco e versatile che può avere mille usi in cucina, non solo nella sfera dedicata ai dessert, dove l’applicazione del caffè è vasta e varia, basti pensare al classico tiramisù, alle mousse e ai semifreddi.

Ma l’uso del caffè è ben più ampio e originale, considerate che il caffè è a tutti gli effetti una vera e propria spezia che, se usata con consapevolezza e cognizione di causa può esaltare gusti e sapori di molte pietanze.

In quanto spezia, il caffè può essere abbinato sia a piatti di carne che di pesce, a salse e sughi, basta saperla dosare e scegliere la giusta miscela. Bisogna inoltre tenere presente che l’aroma del caffè è intenso e va dunque abbinato sempre ad alimenti dal sapore deciso e importante per evitare che il caffè ne copra il gusto e l’essenza.

Ecco dunque alcune semplici regole per utilizzare il caffè in cucina con successo.

CAFFE’ IN POLVERE (O MACINATO) OPPURE IN TAZZA

Partiamo dal presupposto generale che il caffè deve essere utilizzato come esaltatore di sapori e che può essere usato da solo o insieme ad altre spezie. Inoltre bisogna sempre considerare il grado di tostatura: un caffè con tostatura leggera si abbina a carni grassi come quelle di maiale mentre quello più tostato si associa a sapori più decisi come quello della selvaggina.

Il caffè in polvere può essere impiegato in marinature o panature anche se bisogna considerare che spesso una macinatura grossolana può lasciare una sensazione di sabbia in bocca, consigliamo quindi di procedere sempre ad una seconda macinatura e di abbinare il caffè ad altre spezie per stemperarne l’aroma.
Mentre l’uso del caffè in tazza non ha limiti, può essere impiegato per salse e sughi ed è anche un ottimo riutilizzo del caffè avanzato nella moka.

GLI ABBINAMENTI CON LE PIETANZE

Il consiglio è sempre quello di sperimentare e fare numerose prove fino a trovare la giusta combinazione di sapori che vi soddisfa, ecco dunque di seguito qualche semplice consiglio sull’accostamento del caffè con i cibi.

DESSERT

E’ senz’altro l’uso più diffuso e sdoganato della cucina, ci sono tantissime ricette di dolci e mousse a base di caffè. Vi consigliamo di osare con combinazioni speziate come il peperoncino, il cardamomo, la noce moscata, la cannella e lo zenzero.

CARNI

La carne è senz’altro uno degli abbinamenti migliori in quanto il caffè ne esalta i sapori. Si possono preparare salse di accompagnamento o marinature per arrosti di maiale, costate, cotolette o pollo.

PESCE

A differenza di quanto si pensi, nonostante il loro gusto delicato, il caffè riesce ad esaltarne i sapori. I migliori abbinamenti sono con il salmone ed il tonno.

Dunque sorprendete i vostri ospiti con gusti esotici e ricette uniche dove l’uso del caffè porti in tavolo sapori decisi ed intensi.


Leave a Comment